Si può curare la prostatite?

dolore nella prostatite negli uomini

La prostatite è una condizione molto comune. E spesso gli uomini fanno agli urologi la domanda "La prostatite può essere curata? "

I primi segni di prostatite sono raramente presi sul serio dagli uomini. Sono miti e i membri del sesso più forte spesso preferiscono non prestare loro attenzione. La frivolezza in relazione alla propria salute può portare a molte conseguenze indesiderabili. Per evitare ciò, è importante che gli uomini monitorino attentamente la propria salute e, in età adulta, dopo 25 anni, è imperativo adottare misure preventive che aiutino a prevenire lo sviluppo della prostatite.

È importante essere consapevoli dei primi sintomi della malattia, ascoltare il proprio corpo e, al minimo cambiamento, fissare immediatamente un appuntamento con un medico. Questa malattia non andrà via da sola e ritardare una consultazione con uno specialista specializzato può solo aggravare il problema. Con la prostatite, un uomo inizia a provare problemi durante la minzione. Molti hanno una funzione erettile compromessa e una diminuzione della libido. Se non utilizzi i servizi di un medico esperto, in quasi la metà dei casi puoi ottenere una delle forme di infertilità.

Se la ghiandola prostatica non è in grado di produrre la quantità richiesta di secrezione, ciò porterà a una ridotta motilità degli spermatozoi. I sintomi descritti di seguito non si verificano solo con la prostatite. Possono accompagnare adenoma o cancro. Pertanto, è importante sottoporsi a un esame completo, dopo il quale verrà effettuata una diagnosi accurata da parte di un medico specializzato e verrà sviluppato un regime di trattamento individuale.

Quali sono i primi segni di prostatite?

Le forme di prostatite possono essere diverse, ma i sintomi negli uomini sono gli stessi.

Quindi, con una malattia, si verificano i seguenti cambiamenti principali nel corpo:

  • a causa della spremitura del canale urinario, la minzione diventa difficile;
  • nel processo di minzione, si può avvertire una sensazione di bruciore, dolore;
  • potenza ridotta;
  • eiaculazione accelerata;
  • disfunzione erettile;
  • indebolimento dell'orgasmo.

Tutti questi sintomi causano ansia e depressione psicologica generale negli uomini. Ciò è dovuto alle preoccupazioni per i problemi nel sistema genito-urinario. È importante quando compare uno qualsiasi dei sintomi, anche con la sua forma lieve, fissare immediatamente un appuntamento con un medico. Lo stress che un uomo sperimenta a causa di problemi di salute è un ulteriore fattore che indebolisce il corpo. Ciò complica notevolmente il trattamento, che diventa causa di un progressivo stato di depressione.

Molti uomini che si confrontano con la malattia si trovano in una sorta di circolo vizioso, dal quale non possono uscire da soli. Pertanto, insieme alla terapia tradizionale, i medici prescrivono antidepressivi, che possono aiutare il processo di trattamento a livello mentale e accelerare il recupero.

Cos'è la prostatite?

Questa malattia è un'infiammazione della ghiandola prostatica. Questo organo è anche chiamato prostata. Per gli organi riproduttivi maschili, questa ghiandola è una parte minore. Si trova intorno e sopra il collo della vescica. La posizione intorno al tubo urinario è responsabile di molti dei sintomi spiacevoli della malattia. Se si verifica un'infiammazione, la ghiandola aumenta di dimensioni e inizia a comprimere il tratto urinario. Ciò causa la difficoltà che gli uomini hanno durante la minzione.

Le principali cause di prostatite sono le seguenti:

  • con un peso elevato e uno stile di vita sedentario, c'è una violazione della circolazione sanguigna negli organi pelvici, che può portare all'infiammazione della prostata;
  • la penetrazione dell'infezione nell'organo porta alla sua infiammazione; il più delle volte, la prostatite può causare infezioni genito-urinarie, meno spesso - influenza, tonsillite, ecc . ;
  • penetrazione di batteri nella prostata a causa di rapporti non protetti;
  • lesioni ai tessuti e agli organi della piccola pelvi (questa malattia è considerata professionale per i conducenti il cui programma di lavoro è associato a un aumento del carico sui muscoli del perineo, nonché a vibrazioni e tremori);
  • una bassa attività fisica e una frequente ipotermia possono portare all'infiammazione della prostata;
  • fallimento dell'equilibrio ormonale e malattie croniche del sistema genito-urinario;
  • vita sessuale irregolare;
  • ritardo nella minzione;
  • rapporti sessuali interrotti.

Se conduci uno stile di vita sedentario, i sistemi nervoso, endocrino e cardiovascolare ne risentono notevolmente. Il disturbo nella circolazione delle arterie della piccola pelvi provoca il verificarsi di congestione. La prostata inizia a sperimentare la fame di ossigeno, che crea le condizioni per la riproduzione di microrganismi patogeni in essa. Tali fattori non possono diventare la causa principale della prostatite, ma creano condizioni favorevoli per la penetrazione dell'infezione nella ghiandola prostatica.

Spesso le cause dell'infezione secondaria della prostata sono l'infiammazione del retto o dell'uretra. L'infezione è ascendente e discendente. Nel primo caso, i microbi salgono alla ghiandola prostatica dall'apertura uretrale esterna. Nel secondo, entrano nella prostata insieme alla corrente di urina infetta.

Cattive abitudini, uno stile di vita sedentario, una dieta malsana: tutto ciò ha un impatto negativo sullo stato del sistema immunitario. Se le difese del corpo sono indebolite, diventa molto vulnerabile alle infezioni e ai batteri, che causano l'infiammazione della ghiandola prostatica.

È possibile curare la prostatite da soli?

L'automedicazione è qualcosa che in nessun caso dovrebbe essere usato quando compaiono i sintomi della prostatite. Senza moderne apparecchiature diagnostiche e test di laboratorio, non è possibile effettuare una diagnosi. Solo un urologo sarà in grado di valutare in modo affidabile il quadro clinico. L'automedicazione non solo non porterà il risultato desiderato, ma può anche aggravare la situazione.

È importante ricordare che i sintomi sopra descritti possono essere osservati anche con l'adenoma e l'oncologia. Pertanto, è necessaria anche la diagnosi per escludere queste malattie pericolose. È importante visitare un medico in modo tempestivo e sottoporsi al trattamento seguendo le sue raccomandazioni. Solo questo approccio ti consentirà di sbarazzarti del problema ed evitare le sue pericolose conseguenze per la salute.

È importante monitorare e prendersi cura della propria salute. I medici sono sempre pronti ad aiutare, è importante solo fissare un appuntamento e ricevere consigli. La medicina moderna ha metodi per trattare il processo infiammatorio nella ghiandola prostatica. Prima cercherai un aiuto qualificato, più veloce sarà la tua guarigione.

La prostatite viene trattata in modo complesso con l'aiuto di vari farmaci. Il regime di trattamento viene selezionato individualmente, a seconda del quadro clinico e dell'età. Pertanto, non si può fare a meno di contattare un centro medico e non si può parlare di metodi popolari, così come di automedicazione.

Tipi di prostatite

Per cominciare, dovrebbe essere chiaro che la malattia può manifestarsi in due forme: acuta e cronica. Nel primo caso, è possibile un malessere generale, un aumento della temperatura. I pazienti iniziano a sentire un dolore pronunciato nel perineo e nella zona inguinale. La sensazione può essere aumentata con i movimenti intestinali e la minzione.

C'è irritabilità e aumento dell'eccitabilità. Ciò è dovuto al frequente bisogno di usare il bagno e alla mancanza di un adeguato sollievo, poiché la vescica non è completamente svuotata.

La forma cronica della malattia procede senza sintomi pronunciati. Molti pazienti non prestano attenzione al lieve disagio esistente, non affrettarsi a consultare un medico. Entrambe le forme della malattia sono caratterizzate da approcci al trattamento completamente diversi.

Molti uomini, sentendo la loro salute peggiorare, non vogliono ammetterlo a se stessi e si rivolgono ai loro medici quando il problema diventa serio e pronunciato. Nella fase cronica della malattia, il dolore non è grave e scompare piuttosto rapidamente. L'affaticamento si verifica in ogni caso sullo sfondo di un indebolimento del corpo, ma molti lo attribuiscono alla mancanza di riposo. È importante sottoporsi annualmente a esami preventivi, durante i quali gli specialisti saranno in grado di identificare una malattia pericolosa nelle prime fasi. Ciò ti consentirà di iniziare immediatamente il trattamento.

Nella forma cronica, si verificano cambiamenti nella vita sessuale, la luminosità delle emozioni durante il sesso diminuisce e il tempo del rapporto sessuale si riduce. Nelle urine compaiono scaglie bianche che possono essere viste ad occhio nudo. Lo scarico dall'uretra è possibile al mattino.

Se la fase acuta della malattia è facile da sconfiggere per la medicina moderna, il trattamento della forma cronica può essere notevolmente ritardato. Quando il trattamento viene avviato in modo tempestivo, la malattia non porterà a gravi conseguenze nella vita sessuale.

Per quanto tempo viene trattata la prostatite?

La maggior parte degli uomini è interessata alla domanda sulla durata del trattamento. Tuttavia, è impossibile prevederlo in anticipo. Tutto dipende dal quadro clinico, dalla tempestività del trattamento e dalle caratteristiche individuali dell'organismo. Se segui rigorosamente tutte le raccomandazioni dello specialista presente, puoi far fronte al problema e tornare alla vita normale. In nessun caso è importante auto-medicare e cercare immediatamente un aiuto qualificato. I sintomi della forma acuta possono essere alleviati in breve tempo, rimuovendo dolore e disagio.

Dove fa male la prostatite?

Come già accennato, con questo processo infiammatorio nel corpo maschile, il dolore si verifica nel perineo e nell'inguine. Inoltre, i pazienti possono avvertire una sensazione di bruciore nell'uretra e nella parte bassa della schiena. Quando si ha un movimento intestinale e si passa l'urina, queste sensazioni possono essere notevolmente migliorate. In ogni caso, la diagnosi può essere fatta solo da uno specialista specializzato. Qualsiasi sintomo è solo un motivo per assumere qualsiasi malattia. Senza una diagnosi completa, nessuno specialista si assumerà la responsabilità della diagnosi e del trattamento.

Chi tratta la prostatite?

Il trattamento di questa complessa malattia comune viene effettuato da urologi. Gli urologi dispongono di tecniche moderne che consentono di diagnosticare con precisione la malattia e prescrivere un trattamento efficace. A seconda delle cause dell'infiammazione della prostata. In accordo con i cambiamenti che si verificano nel corso del trattamento, il regime originariamente prescritto può essere modificato.

Come definire la prostatite?

È impossibile determinare in modo indipendente la prostatite. Se si verificano i sintomi di cui sopra, la malattia può essere solo sospettata. È importante consultare immediatamente un medico. In conformità con i sintomi esistenti, il medico prescriverà una serie di studi, i cui risultati lo aiuteranno a stabilire un quadro accurato e ad arrivare all'unica conclusione corretta sulla presenza di una certa malattia.

Per fare una diagnosi accurata nella medicina moderna, vengono utilizzati i seguenti tipi di studi diagnostici:

  • palpazione: un esame fisico che offre l'opportunità di determinare la dimensione della ghiandola;
  • esame ecografico, che viene eseguito per via transrettale attraverso il retto utilizzando un sensore speciale;
  • una macchia dall'uretra, che consente di esaminare la secrezione della ghiandola, per determinare la presenza di batteri;
  • analisi generale delle urine;
  • ricerca sull'eiaculazione;
  • determinazione del livello di una speciale proteina prodotta dalle cellule della prostata chiamata PSA;
  • esame batteriologico e citologico delle urine;
  • cistoscopia: una diagnosi che viene utilizzata esclusivamente per motivi medici e viene utilizzata se è previsto un intervento chirurgico;
  • esame urodinamico, ecc.

Ovviamente non tutti i tipi di diagnostica vengono utilizzati contemporaneamente. Gli urologi prescrivono molti di quelli elencati, a seconda del quadro clinico. In ogni caso, il medico curante deve stabilire il quadro di ciò che sta accadendo nel modo più affidabile possibile. Solo dopo aver raccolto l'anamnesi e aver condotto gli esami avrà i dati necessari per prescrivere un trattamento efficace e aiutare il paziente a sconfiggere un disturbo pericoloso.

L'elenco di metodi diagnostici sopra riportato può essere non solo ridotto, ma anche aumentato. Tutto dipende dalle esigenze del medico e dai sospetti che ha a seguito della sintomatologia in atto. Ci sono molti trattamenti per l'infiammazione della prostata oggi. Tutti sono adatti a un determinato quadro clinico e, con la scelta giusta, sono efficaci.

È importante consultare un urologo esperto che lavora presso un centro medico in grado di fornire una gamma completa di esami diagnostici. Ciò è dovuto non solo al comfort per i pazienti, ma anche alla velocità di trasferimento delle informazioni e alla coerenza del lavoro del team. Tra i farmaci ampiamente utilizzati nel trattamento del processo infiammatorio nella ghiandola prostatica, si possono individuare antidolorifici, antibiotici, necessari per la forma batterica della malattia. Inoltre, vengono utilizzati farmaci che possono ridurre l'edema prostatico e molti altri.

Solo la complessa terapia proposta dal medico curante ti consentirà di ottenere il risultato desiderato ed evitare una serie di complicazioni. Contatta i moderni centri medici, monitora la tua salute con particolare attenzione, non dimenticare l'importanza degli esami preventivi. Questo è l'unico modo per mantenere la salute per molti anni e prevenire lo sviluppo di varie malattie.